Le tartarughe terrestri, appartenenti all’ordine delle testuggini, sono dei rettili docili, molto tranquilli, silenziosi e noti per la loro longevità. Esistono in natura diverse specie di tartarughe che si distinguono per dimensioni e colori, in base alla regione di appartenenza. Affinché crescano in salute e si riproducono, è essenziale che il posto in cui vivono soddisfi determinate condizioni. Vediamo insieme come riprodurre l’ambiente ideale e come scegliere il terrario migliore.

Terrari e prodotti correlati più venduti

Bestseller No. 1
Lucky Reptile Tortoise Bedding 20 L Tartarughe Terra
  • Assorbe gli odori
  • Senza polvere
  • Sciolto, resistente
  • Trattiene l'umidità
Bestseller No. 2
exoterra Coco Husk substrato per rettili e Anfibi 20 L
  • Lettiera di Sun Dried cocco, altamente assorbente e appositamente progettato per umido configurazioni terrari tropicali. Il substrato compresso Volume offre un grande volume.
Bestseller No. 3
Zoomed 40006024 Forest Floor
  • Substrato per rettili
  • Naturale
  • Pacciame di cipresso
  • Giusta umidità
  • 8,8 litri
OffertaBestseller No. 4
Vivexotic - Box per tartaruga, 90 x 45 x 21 cm
  • Il box per tartarughe è dotato di un'area di riposo chiusa e rimovibile
  • Ampio spazio di movimento
  • Un lato è realizzato in vetro serigrafato per facilitare la pulizia
  • Possibilità di utilizzare gli accessori Exo-terra per completare questo terrario
OffertaBestseller No. 5
Exo Terra - Faunarium, Terrario Multiuso per Rettili/Anfibi, Multicolore, 45.7 cm x 30.5 cm x 16.5...
  • Ideale per trasportare animali da terrario o cibi vivi
  • Ideale per alloggio temporaneo o quarantena
  • Porta in plastica trasparente per un facile accesso
  • Grande ventilazione; facile da pulire e disinfettare
  • Dimensioni: 45,7 cm di lunghezza x 30,5 cm di larghezza x 16,5 cm di altezza

Caratteristiche delle tartarughe di terra

Le tartarughe di terra sono dotate di un carapace solido e resistente, hanno dimensioni variabili a seconda della razza. In natura ne sono state classificate circa 60 razze diverse nel mondo (per approfondire, leggi anche Tartarughe di terra: le razze più diffuse ).

Le regioni in cui si trovano, sono determinanti per lo sviluppo di certe caratteristiche morfologiche, mentre la temperatura determina il sesso del nascituro. I maschi preferiscono temperature più basse delle femmine.

Tartarughe e testuggini sono per lo più vegetariane. Infatti, non hanno denti, ma un robusto e tagliente becco corneo con il quale strappano a pezzi il cibo, spesso aiutandosi con l’ausilio delle zampe anteriori, e tendono ad ingerirlo sano. Si nutrono della vegetazione che trovano lungo il loro percorso, e amano soprattutto erba di campo e piante aromatiche. La presenza di piante ed erbe selvatiche è quindi uno dei primi accorgimenti di cui tener conto nell’allestire il loro ambiente.

L’ambiente ideale per le testuggini

Quando si progetta l’allestimento di un luogo accogliente, la prima considerazione da fare è decidere possibilmente a priori quante tartarughe abbiamo intenzione di ospitare. Ovviamente, più tartarughe vogliamo accogliere, maggiore dovrà essere lo spazio a loro disposizione. Garantire almeno una compagna/o è essenziale per la socialità e di conseguenza per un ottimale stile di vita della nostra testuggine.

Posta questa prima considerazione, si potrà procedere con l’individuazione dello spazio giusto, la qualità del substrato, un corretto rapporto temperatura/umidità e particolari attenzioni per quanto riguarda la qualità del cibo e la pulizia.

Dove e come tenere le tartarughe di terra?

I terrari sono degli speciali ambienti in cui accogliere le nostre tartarughe terrestri qualora si vogliano ospitare in casa. Un buon terrario deve essere progettato come una casa accogliente e quanto più simile al loro habitat naturale. È indispensabile per delimitare gli spazi di libertà delle tartarughe e allo stesso tempo per garantire loro sicurezza e protezione.

Le tartarughe terrestri possono essere allevate sia al chiuso sia all’aperto. Sicuramente lo spazio esterno è preferibile a quello interno. Tuttavia, nelle zone con clima temperato, potranno vivere fuori tutto l’anno. Anche se nei mesi invernali, quando le tartarughe vanno in letargo e sono più vulnerabili, è importante proteggere il terrario in uno spazio al chiuso.  Nelle aree con clima tropicale, potranno essere tenute all’aperto solo in estate.

Il substrato deve essere abbastanza profondo da consentire alla tartaruga di rifugiarsi quando ne sente il bisogno, e quando va in letargo. Un buon terreno è composto dal giusto mix di terra, torba (un composto di resti vegetali impregnati d’acqua) e sabbia. Le proprietà di questi elementi permetteranno al terreno di mantenere un giusto equilibrio tra umidità ed eccessiva secchezza, contrastando l’insorgere di muffe e batteri da un lato e drenandolo dall’altro.

Come scegliere il miglior terrario

È molto importante ricreare l’habitat naturale adatto per dare alle tartarughe un stile di vita bilanciato e ottimale. Sappiamo bene che in natura esistono moltissimi ecosistemi e microclimi. Le testuggini hanno bisogno di luoghi spaziosi e umidi. In natura vivono per lo più in foreste, boschi e sottoboschi, offrendo a questi rettili tutto ciò di cui hanno bisogno: luce solare, terra, erba, cespugli.

E’, inoltre, molto importante mettere a disposizione dell’animale erba alta, arbusti o ramoscelli, saranno un ottimo ausilio in caso di ribaltamento, oltre ad essere decorativi e quindi appaganti per la vista della tartaruga.

Tipologia di terrario

I terrari possono essere aperti o chiusi. Nel caso delle tartarughe possono esser utilizzati in tutta sicurezza dei terrari aperti. Tuttavia, nonostante non siano particolarmente agili, le tartarughe sono degli animali curiosi ed esploratori che si arrampicano con facilità.

Una buona recinzione evita che l’animale si allontani o che altri possano mettere a rischio la sua incolumità. Consigliati sono i terrari dotati di coperchio, per proteggere le testuggini da attacchi di altri animali, dalla caduta accidentale di oggetti nel box e per offrire loro un ambiente più caldo e confortevole nel periodo invernale.

È consigliabile inoltre di creare il tetto ispezionabile o removibile, in modo da avere accessibilità per la manutenzione e la pulizia.

Materiali

Valutare il materiale con cui è realizzato il terrario, sarà una considerazione da fare apriori, in base agli spazi disponibili. I diversi materiali sono:

  • vetro: è un materiale impermeabile, quindi perfetto sia per le piante che per gli animali che necessitano di un clima umido. Permette di guardare al suo interno ed è facile da pulire. Purtroppo, è molto fragile e pesante. Quindi optate per questo tipo di terrario solo se non avete intenzione di spostarlo;
  • legno: i terrari in legno sono quelli sicuramente più diffusi in commercio, già montati o da assemblare. Non essendo impermeabile come il vetro, ha però bisogno di trattamenti specifici per via dell’umidità;
  • rete: è il materiale meno usato. È sicuramente la scelta più economica, permette una buona ventilazione, non assorbe gli odori ed è facile da pulire. Tra i contro c’è che è poco versatile perché è possibile solo aggiungere la terra sul fondo;
  • resina: questo è il materiale più costoso ma ha numerosi vantaggi. È molto resistente, è impilabile e dura a lungo;
  • plastica: i terrari in plastica sono pensati con la sola soluzione per il trasporto, in quanto sono molto leggeri, ma non sono visti come soluzioni a lungo termine.

Vediamo di seguito una serie di terrari di diversi materiali e marche consigliati da Amazon:

Terrario in Vetro | Exo Terra

Exo Terra Terrario in Vetro 60X45X30 Cm Inclusa Parete Posteriore, Pavimento impermeabile, 60x45x30c

Questo è l’habitat ideale per rettili e anfibi. Ha le porte che si aprono anteriormente permettendo un accesso agevole per consentire il nutrimento e la cura degli animali. è possibile aprire ogni porta mantenendo chiusa l’altra. Il coperchio superiore è rimovibile. Lo sfondo che riproduce un’ambientazione naturale è disponibile nello stesso colore degli altri elementi decorativi exo terra e offre un ampio spazio per permettere agli animali di arrampicarsi. Lo sfondo del terrario è incluso. La parete posteriore a motivo roccioso exo terra funge da sfondo, riproduce una straordinaria ambientazione naturale ed è facile da tagliare.
Natural Terrarium Medio – Basso ( L x P x A 60 x 45 x 30 cm)

Per maggiori informazioni clicca al link: Exo Terra Terrario in Vetro

Terrario in Legno | REPITERRA

 

REPITERRA - terrario in legno 100 x 50 x 50 cm per tartaruga ventilazione superiore

Questo terrario offre una soluzione personalizzabile e accogliente per i piccoli cuccioli. Repiterra ha aerazione a soffitto, un vetro frontale con cornice in legno, con un totale 3 lastre di vetro con bordi levigati (4 mm), di cui 1 fissa ancorata al telaio. Il corpo è costituito da una piastra OSB senza formaldeide con uno spessore di 12 mm. Il livello di riempimento della base nella zona inferiore è di almeno: 10 cm.

Per maggiori informazioni clicca al link: REPITERRA - terrario in legno 100 x 50 x 50 cm per tartaruga ventilazione superiore

 

Terrario in Plastica | Exo Terra Reptilera L

 

Exo Terra Reptilera L

 

L’Exo Terra Faunarium è un terrario multiuso in plastica impilabile facile da usare per rettili, anfibi, topi e aracnidi e insetti. Ideale per trasportare animali da terrario o cibi vivi. Ideale per alloggiamenti temporanei o quarantena. Ha una porta in plastica trasparente per un facile accesso. é facile da pulire e disinfettare.

Per maggiori informazioni clicca al link: Exo Terra Reptilera L

 

Terrario in Acrilico Portatile | Vinnykud Mini

 

Vinnykud Mini terrario in acrilico Portatile

 

Realizzato in acrilico, fornisce una vista completa a 360 gradi. Otticamente completamente trasparente, chiaro e luminoso e facile da osservare e facile da pulire, in modo da poter vedere il comportamento di piccoli animali domestici sempre e ovunque.

Ha un design scorrevole per una facile alimentazione. Questo terrario è facile da installare e utilizzare, con materiali sicuri ed ecologici che creano una casa calda per rettili / anfibi. Questa scatola può anche creare acqua, terra, foreste pluviali, deserti e altri ambienti.

Per maggiori informazioni clicca al link: Vinnykud Mini terrario in acrilico Portatile

 

Recinto di Filo Metallico Portatile | LANGXUN

 

Recinto di Filo Metallico Portatile

 

Ogni cubo supporta fino a 19.95 kg. L’acciaio rivestito di alta qualità rende la costruzione più che affidabile. Assemblare il box utilizzando 2 o più set per una scelta ancora maggiore nella personalizzazione.

I connettori multi-angolo neri consentono di assemblare rapidamente queste griglie metalliche nella forma desiderata.

Queste sono griglie modulari e multifunzionali della scaffalatura del cubo, possono essere personalizzate secondo i bisogni dei vostri animali.

Per maggiori informazioni clicca al link: Recinto di Filo Metallico Portatile

 

Temperatura consigliata

Per ognuno di questi terrari, sarà opportuno controllarne la ventilazione con delle bocchette all’interno del terrario. È importante mantenere il terrario a temperature comprese tra i 4/5 gradi e 25/26 gradi.

Umidità e Acqua

Anche il livello di umidità è molto importante, soprattutto per alcune specie. È possibile misurare i livelli di umidità gli igronometri, che misurano il valore dell’aria.

Un’altra componente fondamentale è la presenza di una fonte di acqua. Sarà necessario fornire una vaschetta per l’idratazione della tartaruga di dimensioni tali da permettere alla stessa di immergersi qualora ne sentisse il bisogno.

Prezzo

Il prezzo di un terrario varia in base alla grandezza, ai materiali e agli accessori inclusi venduti insieme alla struttura. Per i modelli più semplici e piccoli, come le vasche di plastica per tartarughe il prezzo si aggira intorno ai 15 euro mentre per i terrari in vetro il prezzo sale fino ai 150 euro.

Conclusioni

La nostra guida si conclude qui. Speriamo di avervi dato tutte le informazioni necessarie all’acquisto del prodotto più adatto a voi e alle esigenze delle vostre tartarughe! Il nostro consiglio finale rimane quello di optare per un terrario in vetro, scelta più costosa, ma anche quella che a lungo andare ha la resa migliore, in termini di qualità, durevolezza e manutenzione.